storia ferrara
 

 

 

ferrara
verdeluna ferrara
home ferrara Home mappa ferrara Mappa verdeluna Verdeluna
 

 

itinerari ferrara
 I T I N E R A R I ferrara
ferrara centro
palazzo diamanti ferrara
castello estense ferrara
delta ferrara
po ferrara
foce del po ferrara
ferrara centro
ferrara
cattedrale ferrara
 
Turismo ed itinerari di Ferrara
Il delta, un mondo di natura

 

  Escursioni nel Delta escursioni ferrara    Pomposa informazioni  ferrara
 Escursioni, flora e fauna fauna ferrara Incantevole luogo di buona cucina escursioni ferrara
  Storia del delta fauna ferrara   Flora del delta albergo ferrara
Fauna del delta mappa ferrara
 Informazioni generali guida ferrara
ferrara percorsi turistici
ferrara sentieri
 

Il boscone della Mesola

 Informazioni generali

bosco mesola ferrara

Itinerari nel bosco

bosco ferrara
Itinerari a Ferrara
ferrara natura
ferrara percorsi
 
Il nostro itinerario in citta'

 

Prima qualche informazione generale!

Geografia
Superficie comunale kmq. 404,3. Ferrara è un medio centro agricolo e commerciale della pianura padana bonificata. E' situata su un ramo del delta del Po: Po di Volano, che forma, tra l'altro,la piccola darsena della città. La stagione ideale per visitare Ferrara è l'estate per il clima che la circonda, difatti in inverno la nebbia e' spesso presente. Ma chi vuole veramente respirare l'aria fine del Delta e delle valli, deve visitare Ferrara in inverno con il vento che rendono il paesaggio molto suggestivo.

Storia
Storia
Ferrara è stata abitata sin dai tempi antichi da varie popolazioni,ma la città ha sempre cercato di essere un libero comune. Nella seconda metà del XII secolo fu teatro di contese tra le famiglie locali di parte guelfa e ghibellina. Dominò la famiglia Estense per più di 3 secoli, lasciando una traccia indelebile nelle arti, economia e architettura. Restò per 2 secoli sotto il governo Pontificio. Dopo un susseguirsi di brevi parentesi nel 1859 entrò a far parte del Regno d'Italia. Per Ferrara iniziò quindi il periodo di espansione mantenendo però invariato il suo aspetto medievale e rinascimentale.

Musei
Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (v. XX Settembre), ha sede nel Palazzo Costabili e raccoglie ceramiche, gioielli, spille ed altro materiale proveniente dalle tombe della necropoli greco-etrusca. Museo del Risorgimento e della Resistenza (c. Ercole d'Este), raccoglie cimeli della storia recente. Galleria Civica d'Arte Moderna (c. Ercole d'Este) ha sede nel Palazzo dei Diamanti. Museo Documentario della Metafisica (c. Portamare): vi si possono trovare delle riproduzioni a grandezza naturale riguardanti tale materia.

Monumenti
Castello Estense: la sua costruzione risale al XV secolo. E' stata dimora ducale ed ogni sala è adornata da bellissimi affreschi. Casa dell'Ariosto: costruzione rinascimentale. Palazzo dei Diamanti in stile rinascimentale della fine del 1400 prende il nome dalle sue pareti esterne costituite da 12.000 blocchetti di marmo sfaccettati a diamante. Palazzo Costabili: costruito dal Rossetti nei primi del 1500, mostra gli affreschi del Garofalo. Palazzo Schifanoia risale al XIV secolo, con portale in marmo ed affreschi rinascimentali.

Castello Estense
Splendido, meravigliosamente nel cuore della città ,vicino alla cattedrale,
il Castello Estense fu costruito nel 1385 a difesa della famiglia d'Este, conserva di quel periodo la struttura tipica della fortezza medioevale, mentre le balconate di marmo e le altane ci ricordano il periodo in cui, nel Cinquecento, l'edificio si trasformò in lussuosa residenza della corte ducale. Le decorazioni pittoriche, opera pregevolissima della scuola dei Filippi (XVI sec.) testimoniano l'alto grado di raffinatezza che la corte ferrarese aveva raggiunto. Le stanze del castello meritano assolutamente la visita, chiedete all' APT che si trova proprio nel cortile del castello, quando si puo' effettuare una visita!

La Cattedrale
La Cattedrale fu costruita nel XII sec., Porta in sè tutti i segni di tutti i periodi della storia cittadina : dalla grandiosa facciata romano-gotica all'abside tardo rinascimentale, dal quattrocentesco campanile attribuito all'Alberti al sontuoso interno ricostruito nel XVIII sec. sul modello di S. Pietro. Numerose le opere contenute nella chiesa e nel museo, testimonianza di tutte le arti: scultura, pittura, arazzeria, miniatura e oreficeria.

Palazzo dei Diamanti
Costruito sul quadrivio degli Angeli, punto focale dell'Addizione Erculea il Palazzo dei Diamanti è reso inconfondibile dalle ricche decorazioni d'angolo volute da Biagio Rossetti. Le sale del piano nobile ospitano la Pinacoteca Nazionale e ormai celebri sono le grandi mostre d'arte moderna che si tengono nella Galleria Civica al piano terra.

Le Mura
Sono la creazione del genio militare rinascimentale, avvolgono la città in un abbraccio di rosso mattone e di verdi percorsi alberati. Percorrendole a piedi o in bicicletta si può studiare l'arte della difesa in tutta la sua evoluzione, incontrare gente oppure fare sport. Ancora più suggestivi sono gli scenari visibili grazie al recente restauro.Ci si può immergere nella magica atmosfera che fa di Ferrara un luogo da vivere e non solo da visitare.

 L'itinerario

Ferrara, oltre a essere la città piu' ecologica d'Italia, riesce a mettere a proprio agio il visitatore dopo pochi minuti dal suo arrivo, per la sua piazza accogliente, il suo verde, la sua tranquillità.

Ferrara e' una città da vivere passeggiando tra le sue vie, raccogliendo e scoprendo, ad ogni angolo, il suo carattere di magnifica capitale del Rinascimento. Le memorie storiche accompagnano il visitatore ovunque egli vada, nei palazzi sontuosi come nelle viuzze medievali, per esplodere una volta all'anno nei colori e negli antichi suoni del palio di S.Giorgio.

Città d'acqua, disegnata nei secoli dal Po, Ferrara resta molto legata e influenzata dal suo fiume, regalando al turista con qualche giorno in piu' di tempo, il parco del Delta del Po, tra i piu' particolari e unici d'Europa.

Un'atmosfera tutta particolare si può cogliere nel centro, sotto la protezione delle torri del castello ad un passo dalla magnifica Cattedrale, in un silenzio interrotto solo dal fruscio delle biciclette che, in questa città regnano incontrastate; oppure nei tanti giardini piccoli e grandi, nei chiostri e nei cortili dove il silenzio si interrompe solamente dai concerti organizzati dalla promozione turistica e il comune di Ferrara che sono sempre molto attivi in queste manifestazioni. Ancora sempre dalla musica, nasce la festa dei buskers, i cui ritmi invadono per sette giorni le piazze e le strade, in Agosto, attirando turisti da tutt'Europa.

Gli amanti delle arti figurative non potranno perdere le grandi mostre del palazzo dei diamanti, ma folclore, cucina e arte ancora potrete scoprire in una città che molto suggerisce al visitatore.

Vi abbiamo preparato un itinerario semplice ma che tocca tutti i punti piu' suggestivi e rilevanti di questa splendida città rivolto a un turista che abbia uno o due giorni di tempo per una visita veloce; se invece potete dedicare piu' tempo rivolgetevi all' Apt di Ferrara che si trova all' interno della corte del castello Estense.

Dopo aver parcheggiato l'auto,(parcheggio Kennedy) tenendo presente che tutto il centro storico e' pedonale e si gira benissimo a piedi, potrete trovare tutto abbastanza vicino e facilmente; potete anche noleggiare una bicicletta considerando che qui e' il mezzo di locomozione principale e avvicinarvi subito al castello Estense.

  Il castello, costruito nel 1385 a difesa della famiglia d'Este,  conserva di quel periodo la struttura tipica della fortezza medievale, mentre le balconate di marmo e le altane ricordano il periodo in cui, nel 500, l'edificio si trasformò in lussuosa residenza della corte ducale.  Le decorazioni pittoriche, opera pregevolissima della scuola dei Filippi, testimoniano l'alto grado di raffinatezza che la corte Ferrarese aveva raggiunto. Cercate di visitare l'interno, dalle prigioni alle stanze piu' importanti, uniche come bellezza in Italia.

A cento metri circa di distanza la Cattedrale, costruita nel dodicesimo secolo, porta in se i segni di tutta la vita cittadina, dalla grandiosa facciata romano gotica all'abside tardo rinascimentale, dal quattrocentesco campanile attribuito all'Alberti al sontuoso interno ricostruito nel diciottesimo secolo sul modello di S.Pietro. Numerose le opere contenute nella chiesa e nel museo testimonianza di tutte le arti.

Stretto tra il castello e la cattedrale, il palazzo del Municipio e' da secoli la sede del potere cittadino. Le statue di Nicolò terzo e di Borso, care all'Ariosto, dominano dall'alto le piazze della città. Nell'antico cortile ducale l'elegante scalone conduce all'interno dove, testimonianza del passato splendore brillano l'oro e i colori dello"Stanzino delle Duchesse".

Ospite del Palazzo Paradiso, gia' delizia Estense e sede dell'Università, la bibblioteca Ariostea ospita molte testimonianze storiche ed opere d'arte che meritano una breve sosta. Le migliaia di volumi, da quelli antichi, come la bibbia di Savonarola, i manoscritti dell' Orlando Furioso e i codici miniati, ai libri piu' moderni, le nuovissime sale a scaffale aperto e i moderni servizi rendono la letteratura e lo studio soprattutto un piacere.

L'Università, antica di fondazione e modernissima di impianto, piccola da permettere uno studio quasi personalizzato e' una presenza discreta che si incontra in tutti i quartieri. Al visitatore mostra i suoi antichi edifici come il fastoso palazzo di Renata di Francia.

Leggermente fuori dal centro ma facilmente localizzabile con una cartina della città lasciata dall'Apt, e' il bellissimo Palazzo dei Diamanti, la cui leggenda narra che in una delle punte delle sue facciate e' nascosto un grande diamante; prende anche il nome dalla caratteristica forma. Costruito sul quadrivio degli angeli, punto focale dell'Addizione Erculea il palazzo dei diamanti e' reso inconfondibile dalle ricche decorazioni d'angolo volute da Biagio Rossetti. Le sale del piano nobile ospitano la Pinacoteca Nazionale e ormai celebri sono le grandi mostre d'arte moderna che si tengono nella galleria civica.

Anche il Palazzo Massari, con le sue sontuose sale non può essere trascurato in un percorso accompagnato da pittura, stucchi e mobili preziosi. Accolgono il visitatore le bellissime donne ritratte da Giovanni Boldini, dame dell'alta società parigina rese immortali dal pennello inconfondibile del maestro. Poi le opere di De Pisis, Previati, Mentessi, Melli, Bonzagni e tanti altri.

    Un altro Palazzo da visitare assolutamente e' il Palazzo Schifanoia. Palazzo delle Delizie, destinato ai raffinati passatempi della corte, Shifanoia ospita fra le sue mura, alcune delle testimonianze piu' alte dell'Arte rinascimentale. E' il caso del celebre salone dei Mesi, in cui colore e forme rimandano a un'epoca insieme di lusso e cultura, e dalla sala degli Stucchi, con il suo soffitto splendente d'oro; si procede cosi a visitare le altre stanze che mostrano collezioni d'arte di ogni epoca.

Mentre siete in centro merita una veloce visita il ghetto, (non lontano dal campanile della cattedrale) istituito nel 1627 dallo stato Pontificio. Gli ebrei spagnoli che si trasferirono a Ferrara dopo la diaspora del 1492, lo fecero su espresso invito di Ercole Primo D'Este. Questo gesto coronava una politica di secolare civile convivenza fra le religioni. La comunità israelitica era numerosa e viveva liberamente in città. Del Ghetto resta intatta la struttura, a cominciare dalle antiche Sinagoghe di via Mazzini sede del museo Ebraico.

Il mio invito finisce qui, ho considerato infatti un percorso di un giorno senza soffermarsi a lungo nelle vari punti consigliati, soltanto il castello Estense vi impegnerebbe almeno mezza giornata se voleste visitarlo in tutti i punti importanti. Per approfondire le varie visite interpellate l'agenzia turistica; per finire, considerando che questo e' un sito internet anche di carattere naturalistico, vi invito a visitare il Delta del Po di cui trovate informazioni molto utili dall'Home page.

Proposta per tre giorni di visita in citta'

Mattino:   Visita della cattedrale e del museo della Cattedrale nell'adiacente Chiesa di S.Romano; passeggiata nell' Addizione di Nicolo' d'Este lungo l'antica via di S. Francesco, attuali via Adelardi e Voltapaletto dove sorgono importanti monumenti come la chiesa di S.Francesco, Casa Romei, il Monastero di Corpus Domini e il vicino Oratorio dell'Annunziata, la Basilica di S.Maria in Vado.

Pomeriggio:   Visita del celebre Palazzo Schifanoia con gli affreschi del salone dei Mesi e le ricche collezioni d'arte antica e della vicina Palazzina di Marfisa D'Este, ricca di mobili e sontuose decorazioni.

Secondo giorno

Mattino:   Visita al castello Estense, Palazzo municipale con lo stanzino delle Duchesse, vero gioiello cinquecentesco d'oro e colori; Museo Ebraico e shopping tra le vie dell'antico ghetto ebraico e della città medievale. Tra le prposte dell'artigianato locale, spicca la ceramica graffita di stile rinascimentale, colorata con tinte vegetali: dalle piccole tazze ai sontuosi piatti di parata, sono oggetti che fanno rivivere un'epoca. Per gli amanti dei mercati, Ferrara offre due mercati settimanali e un mercatino dell'antiquariato e dell'artigianato ogni primo sabato e domenica del mese nel centro storico.

Pomeriggio:   Visita alla chiesa di S.Paolo, via delle Volte, Palazzo Paradiso. L'Addizione di Borso D'Este con il palazzo Costabili detto di Ludovico il Moro, sede del Museo Archeologico Nazionale, il Convento di S.Antonio in Polesine, isola  di tesori spirituali ed artistici.

Terzo giorno

Mattino:   Escursione in bicicletta  nell'Addizione Erculea e lungo le antiche mura e sosta lungo le antiche mura. Palazzo dei Diamanti, Palazzo Massari, la Certosa completano questa prima mattinata. La zona come del resto tutta la città di Ferrara sono ricche di verde, adatta per rilassarsi in una cornice storica di grande bellezza. Consigliata e' la visita ad una mostra  alla galleria d'arte moderna e contemporanea o ai musei Boldini e de Pisis.

Pomeriggio:   Escursione tra le delizie Estensi nella campagna ferrarese. La Delizia del Verginese, dimora in forma di castello che il duca Alfonso l donò alla sua amata Laura Dianti. La delizia di Belriguardo che ospita il museo Archeologico con reperti della vicina necropoli Voghenza, visitabile anche la sala Virgili e la sala delle Vigne. Il castello Estense di Mesola che ospita il centro di educazione ambientale; L'Abbazia di Pomposa, capolavoro dell'arte romanica e Bizantina; il museo della Nave Romana al Palazzo Bellini di Comacchio merita una vostra visita se avete ancora tempo di rimanere nella nostra provincia!